(g.l.) L’esordio era avvenuto, quasi un mese fa, sul Lungomare di Grado. Ma tra gli chef e i titolari dei ristoranti di Fvg Via dei Sapori si era notata una grande assenza: non c’era Aldo Morassutti. Perché il patron della più che rinomata trattoria Da Toni era mancato da pochi giorni, aveva purtroppo concluso a 89 anni la sua luminosa carriera nel locale di Gradiscutta aperto dal padre e che lui aveva portato avanti con tanta passione e competenza, facendolo diventare un autentico “tempio” della enogastronomia Made in Friuli, uno fra i più attenti ai prodotti a Km0, come si usa dire oggi, e della stagione. E questo è un grande insegnamento – la cucina del territorio, appunto – che Aldo ha lasciato ai suoi colleghi e non soltanto a quelli dell’attivissimo Consorzio guidato da Walter Filiputti e che lui stesso, con la lungimiranza che gli era riconosciuta, aveva convintamente contribuito a fondare nell’ormai lontano 2000.


E ora, pur col rimpianto di non averlo più fra loro, i ristoratori di Fvg Via dei Sapori continuano il proprio cammino, proponendo il secondo appuntamento della stagione 2022. Ambientato in una cornice da sogno che non mancherà di stupire: dopodomani, 26 luglio, si terrà infatti al Castello di Spessa, a Capriva del Friuli, la nuova puntata del sofisticato Dinner show firmato da un gruppone formato da una sessantina fra ristoratori, vignaioli, produttori agroalimentari, portabandiera dell’eccellenza enogastronomica della regione. La cena spettacolo – da alcuni giorni ormai sold out – sarà allestita en plein air in un contesto carico di suggestione, il parco storico che circonda il maniero, ora elegante resort. Legato a nobili casate e illustri ospiti come Giacomo Casanova, il Castello di Spessa – le cui origini risalgono al 1200 – si trova nel cuore del Collio Goriziano, immerso nel verde delle vigne della tenuta, fra cui si snodano le 18 buche del Golf Country Club. Nel suo sottosuolo è scavata la più antica e scenografica cantina del Collio, dove invecchiano i pregiati vini che Casanova definì “di qualità eccellente”.

Dopo il benvenuto con raffinate golosità dei produttori partner del Consorzio, inizierà per gli ospiti uno straordinario percorso del gusto in 21 tappe, firmate dagli chef dei ristoranti associati e da alcuni di ristoranti amici invitati per l’occasione, che cucineranno in diretta davanti al pubblico inediti piatti ideati per rendere omaggio all’estate: AB Osteria Contemporanea di Lavariano di Mortegliano, Ai Fiori di Trieste, Al Gallo di Pordenone, Al Grop di Tavagnacco, Al Paradiso di Pocenia, Al Ponte di Gradisca d’Isonzo, All’Androna di Grado, Caffetteria Torinese di Palmanova, Carnia di Venzone, Costantini di Collalto di Tarcento, Da Nando di Mortegliano, Enoteca di Buttrio, La Torre di Spilimbergo, Lokanda Devetak di Savogna d’Isonzo, Mondschein di Sappada, San Michele di Fagagna, Vitello d’Oro di Udine. A completare il percorso, le postazioni dei ristoranti Alla Luna di Gorizia, Tavernetta Al Castello di Spessa di Capriva del Friuli, Tre Merli di Trieste e Raviolo Factory di Villa Santina. Attenti alle esigenze alimentari, gli chef proporranno anche piatti per celiaci e vegetariani.

In ciascuna postazione, accanto agli chef sarà presente un vignaiolo, che farà degustare i propri vini scelti come miglior abbinamento al cibo proposto e sarà a disposizione del pubblico per rispondere a domande e curiosità. In chiusura, ciascun ristorante e i pasticceri aderenti al Consorzio presenteranno le loro personalissima interpretazione del dolce estivo, e saranno allestite postazioni per gelati, caffè e distillati.
I dettagli del menu saranno consultabili sul sito www.friuliviadeisapori.it; la Cena-spettacolo inizierà alle 19.30. Il costo è di 70 euro e i biglietti si possono acquistare nei ristoranti del gruppo oppure alla segreteria del Consorzio (info@friuliviadeisapori.it, telefono 0432.530052 anche domani e martedì dalle 9 alle 12). In caso di maltempo, la cena si terrà il 27 luglio.

I Ristoranti: AB Osteria Contemporanea di Lavariano di Mortegliano, Ai Fiori di Trieste, Al Gallo di Pordenone, Al Grop di Tavagnacco, Al Paradiso di Pocenia, Al Ponte di Gradisca D’Isonzo, All’Androna di Grado, Caffetteria Torinese di Palmanova, Campiello di San Giovanni Al Natisone, Carnia di Venzone, Costantini di Collalto di Tarcento, Da Nando di Mortegliano, Da Toni di Gradiscutta di Varmo, Enoteca di Buttrio, La Subida di Cormòns, La Taverna di Colloredo Monte Albano, La Torre di Spilimbergo, Lokanda Devetak di Savogna d’Isonzo, Mondschein di Sappada, San Michele di Fagagna, Vitello d’Oro di Udine.

I vignaioli e i distillatori eccellenti: Albino Armani, Castello di Spessa, Dario Coos, Di Lenardo, Edi Keber, Ermacora, Eugenio Collavini, Forchir, Jermann, Livio Felluga, Livon, Marco Felluga Russiz Superiore, Nero Magis, Petrussa, Picech, Princic Gradis’ciutta, Ronco delle Betulle, Sirch, Venica&Venica, Vistorta, Zidarich, Nonino Distillatori.

Gli artigiani del gusto: Consorzio per la Tutela del Formaggio Montasio, l’Aceto Sirk; le confetture e i salumi dell’azienda agricola Devetak Sara; il prosciutto crudo di San Daniele di DOK Dall’Ava; le golosità a base di trota di FriulTrota di San Daniele; i salumi d’oca e i prodotti di Jolanda de Colò di Palmanova; i formaggi e i prodotti della Latteria di Cividale; le farine e il baccalà del Mulino Zoratto di Codroipo; i tartufi di Muzzana Amatori Tartufi; il pregiato pesce della vallicoltura Valle del Lovo di Carlino; le creazioni di Raviolo Factory di Villa Santina; l’alga Spirulina dell’azienda agricola Spiruline di Cormòns; i pani e i dolci di Rizzo Caffè Bistrot di Tarcento; la gubana de L’Antica ricetta di Cormòns; il panettone di Dall’Ava Bakery Maria Vittoria; i dolci e i cioccolati delle Pasticcerie Mosaico e Cocambo di Aquileia; i dolci e le torte della Pasticceria Maritani di Monfalcone e Staranzano; il caffè di Oro Caffè di Udine.