A Udine il sipario su Friuli Doc Anche Friuli Doc 2022, finalmente senza le restrizioni pandemiche, passa all’archivio. Ieri sera, infatti, è sceso il sipario sulla manifestazione che da quasi trent’anni a Udine costituisce una vetrina importante per le eccellenze enogastronomiche. La grande festa delle piazze ha beneficiato di una giornata bellissima che ha fatto dimenticare il violento acquazzone di sabato pomeriggio che aveva cominciato a far volare ombrelloni e tavolini. Una ricetta vincente che in quattro giorni ha attratto migliaia di persone, grazie a un ricco palinsesto di eventi e coinvolgendo quest’anno, oltre alle Pro loco e le associazioni di categoria, una pluralità di soggetti: dall’Udinese Calcio agli artigiani, i locali e in generale tutte le attività produttive e commerciali cittadine, rendendoli pienamente partecipi di questo evento. La rassegna, giunta alla 28ma edizione, ha beneficiato del supporto e del contributo della Regione Friuli Venezia Giulia e di PromoTurismoFvg e ha voluto rappresentare non un unico prodotto o un singolo settore, ma la cultura e le tradizioni, accanto alle eccellenze vinicole e gastronomiche friulane e del territorio limitrofo. L’offerta di Friuli Doc è stata distribuita, secondo tradizione, nei luoghi più rappresentativi del centro udinese: da piazza Duomo a piazza Libertà a via Mercatovecchio, al Castello, da via Savorgnana a via Aquileia e piazza Matteotti (San Giacomo): ogni sede dell’evento settembrino è stata arricchita da stand, esibizioni di show cooking, incontri, concerti, aree degustazione, laboratori, mostre ed esposizioni. Tra i grandi protagonisti il prosciutto di San Daniele e il Montasio, le specialità della montagna, della collina e del mare, i produttori di “Io Sono Friuli Venezia Giulia”, piante, funghi, spezie, frutta e verdura del territorio, gli stand degli artigiani. Molto frequentati anche gli stand gastronomici di Trieste e della Stiria. Novità di quest’anno la presenza dei ristoranti di Udine Cooking che, in aggiunta alla tradizione delle osterie udinesi e delle rispettive proposte di abbinamento cibo-vino, hanno elaborato per l’occasione dieci menu del territorio completando la ricca proposta di Friuli Doc.

L’agroalimentare friulano a GenovaRitornano a Genova, a metà ottobre, la Borsa del turismo culturale e Mirabilia Food&Drin. E le imprese del turismo e dell’agroalimentare del Friuli sono invitate a partecipare al doppio evento B2b. Le aziende del settore hanno pertanto tempo fino al 16 settembre, venerdì, per iscriversi e partecipare alla 10a Borsa del turismo culturale, che si terrà appunto nel capoluogo ligure dal 15 al 18 ottobre prossimi. La Borsa è organizzata dal network Mirabilia, di cui anche la Camera di Commercio Pn-Ud è partner per valorizzare le economie che ospitano i cinque siti Unesco del Friuli (Aquileia, Cividale, Palmanova, Dolomiti Friulane, Palù di Livenza). Il 17 e 18 ottobre ci sarà in concomitanza anche la sesta Mirabilia Food&Drink, per le imprese dell’agroalimentare, per cui sono aperte le iscrizioni sempre fino al prossimo venerdì. Il doppio appuntamento prevede incontri B2b e la possibilità di approfondire con interessanti incontri post-tour. Per candidarsi a partecipare il link diretto è https://bit.ly/3dRXhbA e tutte le informazioni sono disponibili su www.pnud.camcom.it

Irrigazione in Fvg e gasolio agevolato Visto il perdurare delle difficoltà per le aziende agricole causate dalla grave situazione climatica, che ha richiesto un ulteriore impegno nell’attività di irrigazione in seguito alla pesante siccità anche nei mesi di luglio e agosto, la Regione Fvg ha deciso di intervenire con un ulteriore provvedimento sul gasolio agevolato utilizzato per alimentare i sistemi irrigui al fine di integrarne le scorte. Con una delibera proposta dall’assessore regionale alle Risorse agroalimentari, forestali e ittiche e alla montagna, la Giunta ha approvato un provvedimento – dopo quello già deliberato nel luglio scorso – che prevede di incrementare di ulteriori 50 litri di gasolio per ettaro in quantitativo di carburante impiegato a titolo di supplemento a ricostruzione delle scorte alla voce “irrigazione”. Il provvedimento stabilisce che l’assegnazione, sempre su richiesta dalle aziende agricole, del carburante agricolo agevolato a titolo di supplemento, sia fatta con riferimento alle disposizioni e alle colture esclusivamente per le superfici coltivate appartenenti alle aree dei Comuni maggiormente colpiti dalla grave difficoltà idrica. Per il Pordenonese i Comuni di Azzano Decimo, Brugnera, Casarsa della Delizia, Chions, Cordovado, Fiume Veneto, Morsano al Tagliamento, Pasiano di Pordenone, Porcia, Prata di Pordenone, Pravisdomini, Sacile, San Vito al Tagliamento, Sesto al Reghena. Per la provincia di Udine i Comuni ricompresi sono: Aiello del Friuli, Aquileia, Bagnaria Arsa, Bertiolo, Camino al Tagliamento, Carlino, Castions di Strada, Cervignano, Codroipo, Fiumicello Villa Vicentina, Gonars, Latisana, Lignano Sabbiadoro, Marano Lagunare, Muzzana del Turgnano, Palazzolo dello Stella, Pocenia, Porpetto, Precenicco, Rivignano Teor, Ronchis, Ruda, San Giorgio di Nogaro, Talmassons, Terzo di Aquileia, Torviscosa, Varmo, Visco. Per il Goriziano: Grado e San Canzian d’Isonzo.

Importante riconoscimento per VinophilaLabhornet si è distinta nell’ultima edizione degli Innovation & Excellence Awards organizzati dalla piattaforma inglese Corporate LiveWire, aggiudicandosi la vittoria nella categoria Most Innovative In New Event Technology. A Vinophila, il primo metaverso del vino e delle bevande alcoliche, è stato riconosciuto “il potenziale di apportare un grande cambiamento al settore”. La giuria ha premiato la versatilità e l’utilità della tecnologia messa a punto da Labhornet con il contributo di Advepa 3D for business, azienda italiana specializzata in creazione di metaversi per le imprese. Expo digitale, centro congressi, punto di incontro per istituzioni, cantine, operatori del settore e consumatori, Vinophila permette di incrementare il coinvolgimento del pubblico ampliando la portata dei canali tradizionali. A essere premiata anche la naturale predisposizione del metaverso a vivere un processo di evoluzione e miglioramento continui. Ne è un esempio l’ultima implementazione, introdotta a fine luglio, dedicata all’e-shop: la nuova funzionalità permette, in un solo click, l’accesso diretto all’e-commerce dell’azienda espositrice, accompagnando il visitatore virtuale in un ricco itinerario, che inizia con la fase informativo-conoscitiva per poi tradursi in potenziali acquisti. “Un importante riconoscimento per Vinophila – spiega Lorenzo Biscontin, fondatore e Amministratore Unico di Labhornet – che conferma la capacità del metaverso di promuovere crescita e innovazione nel settore wine&spirits. È sotto gli occhi di tutti che la realtà in cui viviamo oggi consiste in un’integrazione sempre più stretta tra fisico e digitale-virtuale. Il mondo sta evolvendo in questa direzione e il settore del vino ha il dovere di restare al passo assumendo un ruolo da innovatore, per mantenere e accrescere il contatto con le persone”. Gli Innovation & Excellence Awards sono promossi da Corporate LiveWire, una piattaforma editoriale inglese che pubblica in formato fisico e digitale l’omonima rivista e numerose guide dedicate ad argomenti specifici della gestione imprenditoriale a livello globale. Il riconoscimento nasce allo scopo di premiare le aziende che, grazie al loro approccio innovativo, contribuiscono allo sviluppo del settore in cui operano. “Dedichiamo questo premio – conclude Biscontin – ai nostri espositori e partners che hanno creduto in Vinophila quando era ancora nella fase iniziale di progetto. È grazie a loro se siamo riusciti oggi a trasformarlo in una realtà che rappresenta un vantaggio competitivo nei rapporti con il mercato. L’Innovation & Excellence Award è un riconoscimento anche alla loro visione pioneristica”.

Bacalà protagonista a SandrigoDomenica 18 settembre, dalle 17.30 alle 22, a Villa Mascotto di Ancignano di Sandrigo (Vicenza) torna l’appuntamento con Bacco & Bacalà, il banco d’assaggio dedicato ai vini da abbinare ai piatti a base di bacalà organizzato dalla Pro Loco di Sandrigo in collaborazione con i sommelier Fisar, Emmebi Bevande di Marostica, i Ristoranti e la Confraternita del Bacalà alla Vicentina. Sarà possibile degustare oltre 50 etichette di produttori scelti. Non mancheranno gli accompagnamenti tradizionali legati al territorio con il Vespaiolo e il Durello, che da sempre si accostano bene al piatto tipico vicentino, ma saranno presentati anche abbinamenti audaci con una rinomata selezione di vini macerati (orange wine) e di Piwi da varietà resistenti. Anche quest’anno sarà presente una cospicua delegazione proveniente dalla Norvegia, in particolare dalla Regione Nordland e dall’isola di Røst (Lofoten). Programma completo e info sul sito www.festadelbaccala.com

Hits: 53