Il mondo è in tavola a Gorizia: inaugurata ieri pomeriggio la 16ma edizione di “Gusti di Frontiera” – in corso fino a domenica –, la più imponente kermesse enogastronomica del Nordest, che entra adesso nel vivo con gli oltre 4oo stand enogastronomici, in rappresentanza di ben 54 Paesi di tutti i continenti, aperti dalle10 del mattino alle 3 di notte (domenica invece fino alle 24).
La giornata odierna vedrà la piena attività di tutti e 20 i Borghi geografici e tematici di questa edizione, sempre promossa dal Comune di Gorizia con il contributo della Regione Fvg, della Camera di Commercio della Venezia Giulia e della Fondazione Carigo, nonché con il sostegno di Cassa Rurale del Fvg e Conad. Il pianeta è in tavola con uno speciale omaggio quest’anno all’Africa: il platano, lo yam, la patata dolce e la manioca fritti dal Camerun, il tè magrebino, il kebab, l’hummus e il kushari dell’Egitto, e, ancora, il “Ravitoto” dal Madagascar, a base di carne di zebù alcune delle specialità. Ricche anche le pietanze d’Oriente – con la cucina indiana, tailandese, vietnamita e araba – i gusti e i profumi dei Balcani, del Nord e sud America, dell’Europa, dell’Australia, della Nuova Zelanda e naturalmente le eccellenze del Friuli Venezia Giulia.

Ospite d’eccezione oggi al “Salotto del Gusto” – la finestra culturale della manifestazione a cura di Consorzio Collio, Associazione Rosa di Gorizia e Associazione Produttori Ribolla di Oslavia il pasticcere di fama internazionale Damiano Carrara. Attuale giudice del talent show di pasticceria “Bake off Italia”, il pastry chef di Lucca ha al suo attivo due libri di ricette, Dolce Italia e A Taste of Italy, che testimoniano la fama trovata negli Stati Uniti, e precisamente in California, dove ha aperto due “Carrara Pastries”: in cantiere anche una terza apertura, ma questa volta nella sua amata Italia. Carrara – che sarà intervistato pubblicamente alle 18 da Marina Presello nell’AreaTalk di piazza Sant’Antonio e condurrà un laboratorio di pasticceria – sta spopolando sui social network della manifestazione: un risultato che conferma l’attesa. Tutti gli interessati a partecipare al laboratorio si devono presentare alle 17 allo stand del Comune di Gorizia per ritirare il numero che sarà poi estratto a sorte.
Tema di questa giornata al Salotto è la tradizione dolciaria locale e mitteleuropea. Dopo un focus importante a cura di Ardiss sulla “Sostenibilità alimentare nella ristorazione universitaria”, alle 17 un approfondimento sullo storico “Tirime Su – Coppa Vetturino” eccellenza mondiale del nostro territorio, e il suo abbinamento con il vino, celebrato in un incontro con Antonio Paoletti, presidente dell’ente camerale, Davide Iannis, presidente Consorzio Culturale del Monfalconese – Ecomuseo Territori, Flavia Cosolo, testimonial Tirime Su Coppa Vetturino, Marco Fragiacomo, dirigente scolastico dell’Istituto Tecnico Agrario “Giovanni Brignoli” di Gradisca d’Isonzo. Conduzione di Adriano del Fabro.

Sempre nella giornata odierna uno speciale laboratorio di pasticceria dedicato ai Baby chef, incentrato su una ricetta speciale di Plumcake, dedicata a Gusti di Frontiera: i bambini realizzeranno con le proprie mani un gustoso plumcake, aiutati dai pasticceri de L’Oca Golosa di Gorizia. Spazio alle 20  per la consegna del Premio Ettore Romoli e a chiusura due show-cooking: quello dello chef Uroš Fakuč e la degustazione di Gubana con i vini del Consorzio Collio e quello a cura dei FVGrillers che offriranno assaggi accompagnati da una salsa barbecue creata per l’occasione con il supporto di Anag.
Numerosi altri show-cooking e incontri, con importanti produttori e chef del territorio, nelle giornate di domani e domenica, con un particolare omaggio a un piatto cult come il frico. Atteso, tra gli altri, lo chef stellato Emanuele Scarello, del ristorante Agli Amici di Godia, a Udine.

Il Tirime su – Coppa Vetturino.

—^—

In copertina, il pasticcere di fama internazionale Damiano Carrara.

Hits: 60

Latest Posts from Vigneto.FriuliVG.com

Lascia un commento