di Gianni Pistrini

A Trieste nuovo piacevole appuntamento ai Cenacoli del caffè 2019-20 di aMDC, domani 11 febbraio, alle 18, nella sede dell’InCE di via Genova 9. In avvio di serata, l’Associazione Museo del Caffè nominerà un nuovo socio onorario, Nazario Polojaz, il quarto, così da rendere omaggio a chi nel corso della propria vita lavorativa si è totalmente speso nella professione. Noto imprenditore di origine croata che a Trieste ha fatto la propria fortuna, figlio di commercianti nel settore, ha poi sviluppato la propria esperienza, ritirandosi solo per raggiunti limiti di età. Il figlio Fabrizio attualmente presiede la ultracentenaria Associazione caffè Trieste.
Introdurrà Mariagrazia Stepan, che cura pure uno spazio nel quale vengono proposti dei brani di scrittori triestini: file-rouge l’aromatica bevanda. Alcuni versi verranno letti da Graziella Zotti, figlia di Guerrina Marcorin, tratti da “Adesso ve conto”, mentre Giorgio Micheli provvederà alla diretta Facebook dell’Associazione Museo del Caffè.
L’incontro sarà particolarmente ricco e prevede la partecipazione di un romagnolo d’eccezione: il collezionista di macchine da caffè Enrico Maltoni che racconterà l’affascinante storia di quella per espresso da bar attraverso il libro del Mumac, il Museo della macchina per caffè del Gruppo Cimbali. Un viaggio attraverso oltre cento anni di storia della macchina per caffè espresso. In questa occasione verranno presentate foto inedite dei caffè storici appartenenti all’archivio del museo. L’intera collezione si pregia di oltre 300 macchine, di cui esposte quasi un centinaio. Nella raccolta sono confluite due importanti raccolte private, la Collezione Enrico Maltoni e la Collezione Cimbali.
Il relatore Maltoni è un appassionato studioso e collezionista, in particolare, di macchine da caffè espresso d’epoca che, dopo oltre un ventennio di ricerche e recuperi, ha creato la prima mostra itinerante al mondo dedicata a questi affascinanti apparati.
Nel 2014 apre un laboratorio specializzato dedicato al restauro di queste attrezzature italiane da bar prodotte dal 1900 al 1960. A tale riguardo, la sua collezione intitolata “Espresso made in Italy 1901-2010” presenta rari e preziosi modelli, ed è stata allestita in quarantacinque diverse location su quattro continenti, anche a Trieste. Per questo progetto si è aggiudicato il primo e unico premio da parte di un organismo sovranazionale, quale “Eccellenza del caffè 2006”, nella categoria Young Entrerpreneur Award, sbaragliando cinque candidati provenienti da tutta Europa.
Enrico Maltoni possiede un archivio storico invidiabile, costituito da oltre venticinquemila referenze, fra documenti e brevetti. Nel 2001 ha pubblicato il libro Espresso made in Italy 1901-1962 (Collezione Enrico Maltoni Editore, 2001) che illustra oltre duecento splendidi esemplari di macchine da bar appartenenti alla sua raccolta, oggetti salvati dall’usura del tempo. Di questo volume ha dovuto effettuare ben tre ristampe, 9.000 copie vendute. E’ poi coautore de “Il libro completo del caffè” (De Agostini Editore, 2005) e, insieme a Mauro Carli e con il fattivo contributo di altri appassionati, del volume “Coffee makers” nel quale ben 2000 caffettiere storiche sono state fotografate direttamente nelle case dei più mportanti collezionisti mondiali. Da questo viaggio durato due anni in giro per il pianeta, gli autori hanno creato una vera e propria enciclopedia della caffettiera. E sarà proprio questo il libro che verrà presentato domani (ingresso libero fino esaurimento dei posti disponibili).

—^—

In copertina Enrico Maltoni e qui sopra un angolo della sua collezione di macchine storiche da caffè.

Hits: 61

, , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from Vigneto.FriuliVG.com

Lascia un commento