di Giuseppe Longo

CIVIDALE – Ancora il “cuore” dei Colli orientali del Friuli al centro di “Parole e musica lungo la strada del vino e dei sapori del Friuli Venezia Giulia”. Infatti, dopo la bella serata da Paolo Rodaro, è la vicina cantina dei Vignaioli Specogna, a Corno di Rosazzo (paese che peraltro ospita la sede del Consorzio di tutela della Doc che pochi giorni fa ha tagliato il traguardo dei 50 anni), ad accogliere lo spettacolo animato da Dino Persello – che ne è anche autore e regista – e dalla fisarmonica di Pasqualino Petris: l’appuntamento è fissato per oggi, alle 19 (per prenotarsi info@specogna.it). Ricordiamo che pure questa proposta fa parte dei cinque appuntamenti ad ingresso gratuito organizzati dalla Pro Valle di Soffumbergo, borgo storico nel Comune di Faedis, divenuto famoso per la sua suggestiva Festa delle castagne.

Il saluto di Gianfranco Specia.

Ed è stato proprio Gianfranco Specia, presidente di questa Pro Loco – che è la più piccola d’Italia, ma attivissima e piena di idee e iniziative – ad aprire la serata spiegando le motivazioni che hanno spinto a organizzare questo minitour all’interno dei Colli orientali (il primo appuntamento era avvenuto a Faedis, come pure l’ultimo in zona del 7 agosto), seguito dal saluto di Lara che, da perfetta padrona di casa, ha portato il benvenuto agli animatori dello spettacolo e al pubblico a nome della famiglia Rodaro che ha accolto gli ospiti con una fragrante Malvasia della storica Doc simboleggiata dallo Spadone del Patriarca Marquardo.
Quindi il via a una serata, da tutti molto apprezzata, nella quale Dino Persello ha seguito il “canovaccio” predisposto per questa originale proposta legata alla cultura e alle tradizioni del nostro Friuli, adattandolo però, con curiosità e aneddoti, alla circostanza e quindi alla prestigiosa azienda vitivinicola di Spessa che prima dell’attuale proprietario ha avuto quali protagonisti lungimiranti il nonno Paolo Rodaro, il papà Luigi – che fu anche presidente del ricordato Consorzio Cof -, il quale con il fratello Edo ha dato una vera e propria svolta a questa importante realtà vitivinicola friulana, che oggi, proprio con la guida di Paolo, ha raggiunto  livelli di prestigio, ponendosi fra le cantine di punta del Vigneto Fvg. Un risultato di cui è molto orgogliosa zia Dina che, alla soglia dei suoi novant’anni portati con grande disinvoltura, è l’ultima rappresentante della vecchia famiglia.

Persello e Petris durante la serata.


La serata si è snodata così per quasi due ore attraverso il divertente monologo di Dino Persello intercalato dagli appropriati stacchi musicali del maestro Petris che ha dedicato anche un omaggio, molto apprezzato dal pubblico raccolto sotto il portico della cantina, al grande Ennio Morricone, appena scomparso. E alla fine sul palco, contraddistinto dalla bandiera del Friuli storico con l’aquila patriarcale, è salito Manuel, figlio dodicenne di Pasqualino, che ha assorbito così bene dal padre la passione per la fisarmonica, tanto da meritare già numerosi riconoscimenti, anche a Castelfidardo che, come è noto, è la “patria” del popolare strumento che oggi ha conquistato la dignità di poter essere studiato in Conservatorio, essendo in grado di regalare una varietà cromatica di suoni che si adattano anche ai repertori classici più impegnativi. Naturalmente scroscianti gli applausi per il ragazzo – che appartiene peraltro a una famiglia che vede impegnati con le sette note anche gli altri due figli di Pasqualino Petris – con tanti auguri per future affermazioni che di certo non mancheranno.

Manuel Petris con il papà.


E stasera, dunque, ecco questo nuovo appuntamento con “Parole e musica lungo la strada del vino e dei sapori del Friuli Venezia Giulia”. A ospitare la serata, come detto saranno i Vignaioli Specogna – altra importante realtà dei Colli orientali del Friuli – nella vicina Corno di Rosazzo, mentre il finale per quanto riguarda appunto i Colli orientali avverrà il 7 agosto a Faedis. Sì, perché lo spettacolo di Dino Persello è già candidato ad essere applaudito anche in altre località della nostra regione. Ricordiamo che l’ingresso è gratuito con prenotazione all’e-mail riportata, rispettando le distanze di sicurezza e avendo sempre con sé la mascherina che ci protegge dall’insidioso morbo di questo 2020 che si è rivelato veramente “bisesto”.

Il pubblico: in primo piano Paolo Rodaro con l’anziana zia Dina.

Per ulteriori dettagli info@prolocovalledisoffumbergo.it

—^—

In copertina, il saluto di Lara tra Dino Persello e Pasqualino Petris.

Hits: 313

, , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from Vigneto.FriuliVG.com

Lascia un commento