«La possibilità di proroga degli indennizzi regionali per un valore di oltre mezzo milione di euro, come ristoro agli schianti boschivi conseguenti alla tempesta Vaia dell’ottobre 2018, rappresentano una vera e propria boccata d’ossigeno per il comparto bosco-legno Fvg e i suoi operatori – dice Carlo Piemonte, nuovo presidente di Legno Servizi – e, di questa sensibilità, ringraziamo l’Amministrazione regionale, l’assessorato e gli Uffici competenti».
Per i boschi del Friuli Venezia Giulia, il passaggio di Vaia ha significato l’abbattimento di oltre 700mila metri cubi di legname, in 3.700 ettari di bosco (più dell’1 per cento dell’intera superficie forestale regionale), in oltre 20 Comuni della Carnia. Con un proprio provvedimento, la Regione Fvg aveva messo a disposizione degli indennizzi per i proprietari forestali danneggiati i quali, in molti casi, non erano riusciti ad estrarre tutto il legno abbattuto nei limiti prestabiliti dalle precedenti disposizioni. Una situazione causata da molteplici e oggettive problematiche tecniche, su cui hanno anche influito le condizioni della “vecchia” viabilità che, a ogni acquazzone o tempesta, veniva distrutta o fortemente danneggiata obbligando le imprese a ricostruirla per garantire la sicurezza dell’operato. Problema che si sta superando grazie alle tecniche nuove di costruzione con cui le strade, anche soggette a delle intemperie eccezionali, si mantengono. A tutti questi problemi, si aggiunge la pandemia che ha, di fatto, sconvolto e ritardato numerose attività già pianificate. Da qui l’appello alla Regione Fvg da parte delle ditte del legno aderenti alla cooperativa, e non solo, per la proroga che è stata accordata a valere per 12 mesi, un periodo per permetterà di superare l’inverno e concludere i lavori con la bella stagione.
«Senza la possibilità di proroga – aggiunge il vicepresidente della cooperativa di Tolmezzo, Mirco Cigliani – non ci sarebbe stato modo di estrarre il legname danneggiato, il quale ha ormai un valore economico molto basso restando così abbandonato nel bosco, diventando un potenziale focolaio di parassiti e rischio di incendi. Il lavoro di squadra è stato premiato nel vedere accolta la nostra richiesta di proroga che ci consente ancora un anno di lavoro per recuperare una parte significativa del legname abbattuto mancante».
«Questo è il primo risultato concreto del nuovo percorso intrapreso da Legno Servizi che ha, alla sua base, la volontà di voler operare fianco a fianco con tutti i principali attori del comparto bosco-legno Fvg: l’ente regionale, il Consorzio Boschi Carnici, le associazioni boschive e di categoria, dottori forestali e ogni impresa dell’economia del legno regionale», conclude Piemonte.

—^—

In copertina legname estratto dai boschi Vaia e qui sopra il presidente di Legno Servizi Carlo Piemonte.

Hits: 61

, , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from Vigneto.FriuliVG.com

Lascia un commento