Come orientarsi e scegliere tra tanti vini prodotti da eccellenti aziende vitivinicole grandi e piccole del Vigneto Fvg? La risposta oggi è la Guida “Top Vini Friuli Venezia Giulia 2022”. Giunta alla seconda edizione, racchiude la valutazione di oltre 200 vini degustati da una commissione di assaggio costituita da 78 esperti tra enologi, enotecnici, periti agrari e agronomi, capitanata dal presidente Nicola Biasi e coordinata da Paolo Valdesolo. Il primo, classe ’81, ha ottenuto il titolo di Miglior Giovane Enologo d’Italia nel 2020 ed è stato Cult Oenologist per il Merano Wine Festival nel 2021; il secondo, esperto e notissimo enologo di lungo corso e con una forte visione per il futuro del settore.


Presentata ieri al Vinitaly, nello stand dell’Ersa, la guida “Top Vini Friuli Venezia Giulia 2022” è un concentrato di informazioni con un unico obiettivo: mettere a disposizione dei consumatori un confronto obiettivo e ricco di spunti per una scelta sempre più consapevole del consumo e degustazione di vini del ricco patrimonio del Friuli Venezia Giulia e, nel contempo, creare un movimento di crescita e di sviluppo in un mercato che va sempre più alla ricerca di novità e di eccellenze da un lato, mentre il consumo dei vini sta cambiando e si guarda alle nuove generazioni che saranno i consumatori di domani.
Il volume è un utile “vademecum” anche per i “turisti enogastronomici” nazionali ed internazionali in visita in Friuli Venezia Giulia che così hanno ulteriori spunti per visite e acquisti diretti. Oltre alla collaborazione consolidata con Promoturismo Fvg, questa edizione della Guida ha realizzato un importante accordo di promozione con AgrifoodFvg e il marchio “Io sono Friuli Venezia Giulia”.
Alla presentazione si sono alternati con interventi di saluto Manuele Bianco in rappresentanza dell’Ersa, Bruno Bertero, direttore marketing Promoturismo Fvg, Matteo Lovo, neo presidente Enologi ed Enotecnici del Friuli Venezia Giulia, Nicola Biasi, presidente delle Commissioni di degustazione della stessa Guida Top.
La Guida nel suo dettaglio è stata descritta da Nicolò Gambarotto, per Editoriale Top, Tiziana Pittia, per Espressione, e il perito agrario Giovanni Cattaruzzi, ideatore della Guida. Di significativo valore le parole di Bruno Bertero, che oltre all’apprezzamento per il lavoro svolto, ha voluto sottolineare come la guida rappresenti un prodotto cartaceo iconico nel panorama della promozione del territorio del Friuli Venezia Giulia.

Sono stati annunciati gli attestati di merito per i vini che hanno ottenuto dalla commissione di degustazione le tre T con un punteggio tra i 90 e i 100 punti.
Chardonnay 2019 – Collio – Marcuzzi – San Floriano del Collio (GO)
Sauvignon 2019 – Friuli Colli Orientali – Meroi – Buttrio (UD)
Sauvignon 2020 De la Tour – Collio – Villa Russiz – Capriva del Friuli (GO)
Merlot 2016 Graf de la Tour – Collio – Villa Russiz – Capriva del Friuli (GO)

Sono anche stati annunciati i premi speciali autoctoni Ribolla gialla e Pignolo
Ribolla Gialla 2019 Trebes – Collio – Attems – Capriva del Friuli (GO)
Pignolo 2017 – Friuli Colli Orientali – Scarbolo – Cividale del Friuli (UD)

La consegna degli attestati di merito avverrà a fine aprile con comunicazione successiva. La guida ospita il 10% di cantine in più con 213 vini, rappresentativi di tutte le Doc del Friuli Venezia Giulia.

Ed ecco una descrizione della guida:  168 pagine, con la presentazione delle cantine aderenti su due pagine, uno speciale dedicato agli autoctoni Ribolla gialla a cura di Enos Costantini e uno speciale Pignolo, a firma di Ben Little, vini ai quali la commissione di assaggio ha destinato due premi speciali. Nelle pagine di presentazione delle aziende sono contenuti i vini inviati alla degustazione e le valutazioni della commissione, con un’indicazione sul prezzo di acquisto delle bottiglie. Nella descrizione delle aziende si trovano una serie di informazioni utili sul metodo di coltivazione dei vigneti, il metodo di raccolta, la vinificazione e l’affinamento in cantina, e, argomento sempre più interessante, la sostenibilità ambientale. Le schede delle aziende, inoltre, ospitano i servizi offerti come l’attività agrituristica (pernottamento, ristorazione) e la possibilità di effettuare acquisti on line attraverso il proprio e-commerce. Tutti i testi sono pubblicati in italiano, inglese e tedesco, organizzati sulla stessa pagina per migliorare l’esperienza di lettura da parte di tutti. La Guida è stata realizzata dallo Studio Tecnico Agrario Cattaruzzi del perito agrario Giovanni Cattaruzzi e da Espressione, Smart Communication, società di marketing e di comunicazione. Editore Editoriale Top, già editorie di Top – Taste of Passion e di numerose iniziative editoriali.

Alcuni numeri
55 aziende partecipanti rispetto al 2020
213 i vini sottoposti alla valutazione degli esperti
78 gli assaggiatori tra enologi ed enotecnici, periti agrari e agronomi.
5.000 le copie stampate per la prima edizione
La guida, realizzata in 3 lingue (italiano, inglese e tedesco) sarà distribuita presso le edicole ed è acquistabile on line dal sito www.toptasteofpassion.it

—^—

In copertina e all’interno immagini della presentazione della Guida Top al Vinitaly di Verona nel suo giorno conclusivo.

Hits: 55