(g.l.) L’intero Friuli Venezia Giulia, dalla montagna al mare, è sotto choc per la morte troppo prematura, a soli 40 anni, e quindi dolorosissima, di Alessandro Talotti, strappato ai suoi affetti da un male che da tempo lo affliggeva e che purtroppo si è rivelato senza speranze, lasciando la giovane moglie e il figlioletto tanto amato di appena pochi mesi, la mamma e il papà. L’indimenticabile saltatore olimpionico era figlio di Mario, tecnico della vite e del vino, molto conosciuto in Fvg. Per cui anche la grande famiglia degli enologi è addolorata. Di questo generale sentimento di cordoglio, si è reso interprete il presidente Rodolfo Rizzi ricordando, in un messaggio, che «l’Assoenologi del Friuli Venezia Giulia, il Comitato di Sezione, il presidente Riccardo Cotarella e il direttore Paolo Brogioni si stringono al collega Mario Talotti e alla sua famiglia per la gravissima perdita del figlio Alessandro». Un atleta «sempre vicino alla nostra Sezione, un grande campione nello sport e nella vita», prosegue Rizzi ricordando che i funerali saranno celebrati oggi, alle 16, nella Chiesa di Campoformido, dove la salma giungerà dal cimitero urbano di San Vito, a Udine. Ieri sera invece, nella stessa parrocchiale, è stato recitato il rosario in suo suffragio.
La grandezza di Talotti sportivo, la cui scomparsa ha commosso tutta l’Italia, è stata sottolineata dalla Fidal. La vetta tecnica è stata raggiunta con il suo 2,32 realizzato a Glasgow, in maglia azzurra, nel 2005, quando il giovane friulano stabilì il nuovo primato nazionale di salto in alto indoor nella gara del “pentagonale” fra le rappresentative di Italia, Gran Bretagna, Russia, Svezia e Francia. Per due volte Alessandro Talotti ha partecipato ai Giochi olimpici: ad Atene 2004, con il 12° posto finale, e a Pechino 2008. Invece, nel 2002 agli Europei di Monaco sfiorò il podio, classificandosi quarto. «Ma della sua carriera – aggiunge la Federazione italiana di atletica leggera – resta soprattutto, in chi l’ha conosciuto, la sensazione di leggerezza che sapeva dare sia con il volo oltre l’asticella, sia con il suo sorriso».
«A nome di tutta la comunità regionale rivolgo alla moglie, al piccolo Elio, ai genitori, alla sorella e ai parenti le condoglianze per la scomparsa di Alessandro, che ha dimostrato fino alla fine una grande forza d’animo nell’affrontare la malattia che l’ha strappato prematuramente alla vita», ha detto il governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga. «Pur nel dolore e nelle difficoltà che il male ha causato – ha aggiunto Fedriga, interpretando il sentimento della comunità regionale -, Alessandro ha avuto il coraggio e la volontà di vivere donando amore e gioia fino alla fine: prima con la nasicita del figlio e poi sposando, solo pochi giorni fa, la sua Silvia, anche lei come lui campionessa nello sport e nella vita». All’enologo Mario Talotti e ai suoi cari  giungano le più sentite condoglianze  da questo sito dedicato al Vigneto Fvg.

L’atleta in una gara vittoriosa.

—^—

In copertina, Alessandro Talotti in una dolcissima foto con la moglie Silvia tratta dal suo profilo Facebook: era il periodo in cui la coppia era in attesa del piccolo Elio.

Hits: 530

, , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from Vigneto.FriuliVG.com

Lascia un commento