Slitta di alcuni giorni l’apertura della nuova rassegna di Friuli Venezia Giulia Via dei Sapori. Non sarà, infatti, la trattoria Al Grop, ad inaugurare, dopodomani, il circuito enogastronomico, ma questo spetterà l’8 novembre al ristorante triestino Ai Fiori. Lo storico locale di Tavagnacco avrà invece l’onore di chiudere il percorso della buona tavola il primo dicembre.

Step conclusivo, dunque, per il lavoro di ricerca e sperimentazione del Consorzio fra 21 top restaurant del Fvg affiancati da 47 partner fra vignaioli, distillatori e artigiani del gusto, che nel 2020 (anniversario dei suoi 20 anni di attività) aveva lanciato il progetto La Nuova Cucina, coinvolgendo ristoranti emergenti della regione, i Nuovi Amici in cui il gruppo crede. Pensato per festeggiare in modo propositivo e visionario questo importante traguardo, il progetto – articolato in tre capitoli – è ora alla sua terza ed ultima fase, che culminerà in 8 cene in programma in novembre e dicembre.
«Concluso questo percorso, ovviamente, non ci fermeremo – commenta il presidente del consorzio Walter Filiputti – ma continueremo nel nostro impegno di valorizzazione dell’enogastronomia del Friuli Venezia Giulia con nuovi progetti. Con La Nuova Cucina volevamo coinvolgere anche interessanti e propositive realtà esterne al nostro gruppo: siamo soddisfatti che la rete che si è creata conti ora di 76 soggetti oltre alle istituzioni, che ringraziamo per aver creduto e appoggiato il nostro progetto».

La sostenibilità in tavola – Dopo aver creato piatti d’avanguardia per le cene del Capitolo 1 e aver riletto la tradizione in chiave contemporanea nelle cene del Capitolo 2, il focus è questa volta la sostenibilità, un valore ormai imprescindibile anche in tavola. Gli chef proporranno ricette che considerano il tema della sostenibilità da poliedrici punti di vista, dando segnali concreti dei principi applicati. Esistono infatti infiniti modi per preparare ricette sostenibili. C’è chi ha pensato al minimo impatto ambientale riguardo ai costi energetici di cottura utilizzando tecniche appropriate e ricorrendo a preparazioni a freddo quali la macerazione, la fermentazione, l’essiccazione, l’infusione e la marinatura. Altri si sono soffermati sull’acquisto consapevole delle materie prime, rivolgendosi alle filiere del territorio. Altri ancora hanno puntato sul recupero e utilizzo di parti o rimanenze provenienti dalla lavorazione dei vari prodotti, riducendo quindi al minimo gli scarti alimentari.

Otto serate, 24 chef – La Nuova Cucina Capitolo 3 si articolerà in 8 serate, che si svolgeranno in altrettanti locali associati a Friuli Venezia Giulia Via dei Sapori il martedì e il giovedì, appunto dall’8 novembre all’1 dicembre. Protagonisti saranno tre chef (due del Consorzio e uno di un ristorante amico), che confrontandosi e lavorando insieme, proporranno ai partecipanti un’esperienza culinaria assolutamente inedita, con ricette pensate appositamente per l’occasione. Importante il menu, di cinque portate, che prenderà il via con uno speciale benvenuto della cucina creato a sei mani, a cui seguiranno un antipasto, un primo, un secondo e un dolce. Il tutto sarà arricchito da raffinate squisitezze dei partner del progetto: dalla selezione dei vini in abbinamento, ai distillati che accompagneranno i dessert creati non solo dagli chef dei ristoranti, ma anche da maestri pasticceri e cioccolatai del gruppo.
La prenotazione alle cene è obbligatoria e va fatta direttamente ai ristoranti. Il costo è il medesimo per tutte, 80 euro.

Il calendario

8 novembre – Ai Fiori (Trieste)
assieme agli chef dei ristoranti: Enoteca di Buttrio, Alla Luna

10 novembre – Da Nando (Mortegliano)
assieme agli chef dei ristoranti: Lokanda Devetak, Da Alvise

15 novembre – Vitello d’Oro (Udine)
assieme agli chef dei ristoranti: AB Osteria Contemporanea, Barcaneta

17 novembre – Al Paradiso (Paradiso di Pocenia)
assieme agli chef dei ristoranti: Al Gallo, Valeria 1904

22 novembre – La Torre (Spilimbergo)
assieme agli chef dei ristoranti: Costantini, 1883 Restaurant & Rooms

24 novembre – Costantini (Collalto di Tarcento)
assieme agli chef dei ristoranti: Caffetteria Torinese, Tre Merli

29 novembre – Al Ponte (Gradisca d’Isonzo)
assieme agli chef dei ristoranti: Carnia, Il Piron dal Re

1 dicembre – Al Grop (Tavagnacco)
assieme agli chef dei ristoranti: San Michele, Casa Valcellina

Hits: 29

Latest Posts from Vigneto.FriuliVG.com