Nuovi vertici e nuove strategie economiche, commerciali e produttive per Legno Servizi. Carlo Piemonte è stato infatti eletto presidente della cooperativa che rappresenta uno dei più importanti operatori delle filiere del legno del Friuli Venezia Giulia. È stato votato all’unanimità dal nuovo consiglio di amministrazione, formato anche da Mirco Cigliani, Marco Clama, Vittorio Di Marco, Adriano Domini e Michele Simonitti. Piemonte, che è anche l’attuale direttore del Cluster regionale Legno Arredo Casa e amministratore unico di Icide (International Center of Italian Design) società del Cluster per l’internazionalizzazione, succede a Emilio Gottardo alla guida della società.

Carlo Piemonte


«Ringrazio i consiglieri per la disponibilità nell’accettare questo onere e onore, in particolare, ringrazio Mirco Cigliani che rivestirà il ruolo di vicepresidente vicario nell’affrontare questa sfida che solo se combattuta insieme potrà permettere al settore “Legno Fvg” di esprimere tutte le sue potenzialità – spiega Piemonte -. La nuova visione che l’assemblea ha approvato con coraggio è un cambio di marcia rispetto al passato poiché getta le basi affinché Legno Servizi diventi una realtà capace di stare a fianco delle imprese con servizi specializzati, e a fianco della Regione Friuli Venezia Giulia per affrontare le sfide attuali e future come un unico sistema, insieme agli altri attori dell’economia del “Legno Fvg”: le Associazioni di categoria, il Consorzio Boschi Carnici e i proprietari di boschi e foreste dell’intero territorio regionale».
La nomina di Piemonte è stata l’atto finale dell’assemblea dei soci che ha eletto il nuovo Cda e ha approvato, all’unanimità, un progetto di cambiamento contenente l’indicazione a lavorare per costruire un sistema unitario del “Legno Fvg”. Quindi, una Legno Servizi che guardi a tutte le filiere del legno e capace di focalizzare l’attenzione sulla valorizzazione della materia prima regionale, primario obiettivo della cooperativa rinnovata, in tutte le sue diverse caratteristiche: dal legno di montagna al Cividalese; dalla pioppicoltura alla pedemontana pordenonese. Quindi, un grande passo avanti il quale, finalmente, pone la tanto attesa pietra miliare per un autentico progetto di messa a sistema del “Legno Fvg”, nella consapevolezza che le sfide saranno molteplici ma anche che il nuovo Cda ha le competenze specialistiche tali per accettarle e lavorare per il futuro del comparto come sistema unitario.
«Il nostro sguardo è proiettato al futuro – conclude il neo presidente – e punta a nuove sinergie imprenditoriali e professionali capaci di ridare slancio, forza e fiducia a un comparto che sta attraversando una notevole difficoltà, per tutta una serie di motivi ben noti, ma che vedrà sempre nel “Legno Fvg” una risorsa preziosa da valorizzare».

—^—

In copertina, un’immagine di boschi sulle montagne della Carnia. (www.sauris.org)

Hits: 86

, , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from Vigneto.FriuliVG.com

Lascia un commento