(g.l.) Rispolverato un pezzo di storia della vecchia Udine. È quello della trattoria “Al Lepre” che, attraverso la sua nuova gestione, è tornata nel Comitato Difesa Osterie Friulane. Durante un breve incontro, è stato infatti ufficializzato l’ingresso di “Gustâ Al Lepre”, questa l’attuale denominazione del locale di via Poscolle che, dopo alcuni anni di chiusura, ha ritrovato nuova vita grazie ai fratelli Elena e Roberto Montina, e a Massimo Quintavalle, i quali hanno scelto di aderire nuovamente all’Associazione come aveva fatto per lungo tempo la famiglia Tavano che l’aveva aperto nel lontano 1908, quando da Sclaunicco era salito in città il nonno Sisto che, falegname, aveva deciso di diventare oste, dando vita a un locale che era tappa d’obbligo – assieme al dirimpettaio “Albergo Roma”, che da molti anni non c’è più – per gli amanti di un buon bicchiere di vino friulano unito magari a qualche piatto della nostra tradizione.

A dare il benvenuto ai nuovi soci c’erano il presidente del Comitato Difesa Osterie Friulane, Enzo Mancini; il presidente di Confesercenti Udine, Marco Zoratti; e l’assessore assessore alle Attività produttive, Turismo e Grandi eventi, Maurizio Franz. Presente anche Renato Tavano – figlio del mitico Tito -, che ha gestito il locale fino alla chiusura avvenuta nei primi anni 2000 e che ha simbolicamente consegnato la targa del Comitato Difesa Osterie Friulane ai nuovi titolari.
«Sono molto orgoglioso che un’osteria storica e prestigiosa come “Al Lepre” abbia deciso di rientrare nel Comitato – ha fatto sapere Mancini -. È senz’altro uno degli obiettivi che mi ero posto quando sono diventato presidente. Ringrazio Elena, Roberto e Massimo per aver deciso di aderire nuovamente all’Associazione, sicuro che la nostra collaborazione sarà proficua. Dopo una lunga fase a intermittenza a causa della pandemia siamo ripartiti a pieno regime solamente con Friuli Doc. Ora l’auspicio è di continuare così e quindi di poter accogliere nuovi associati».
«È un vero piacere entrare a far parte el Comitato Difesa Osterie Friulane – hanno fatto sapere i titolari di “Gustâ Al Lepre -. Abbiamo già avuto modo di collaborare con l’Associazione da “esterni” e i risultati sono stati buoni. Ora, siamo certi che l’adesione al Comitato potrà portare a una collaborazione sempre più fruttuosa». «È una grande soddisfazione vedere che il Comitato Difesa Osterie Friulane, di cui siamo partner da alcuni anni, conta nuove adesioni – ha poi sottolineato Zoratti -. Faccio un plauso al lavoro del presidente Mancini, che è sempre in prima linea per gli associati. La nostra collaborazione è da subito stata positiva, come mostra il crescente interesse registrato verso le iniziative comuni come Friuli Doc in Osteria, Carnevale in Osteria e San Martino in Osteria, a cui stiamo lavorando in queste settimane».

«L’adesione dello storico locale “Gustâ Al Lepre” al Comitato Difesa Osterie Friulane dimostra non solo la grande capacità attrattiva che questa importante realtà associativa continua ad avere anche nei confronti delle nuove aperture, ma anche che la tradizione può e deve integrarsi con un’offerta che sia in grado di rivolgersi ai più giovani. Un grazie – ha affermato infine l’assessore Franz – va a Elena e Roberto Montina, e Massimo Quintavalle per avere voluto cogliere questa opportunità e agli amici Mancini e Zoratti per quello che stanno facendo a tutela dello straordinario patrimonio culturale rappresentato dalle osterie friulane».

L’interno del locale oggi.

—^—

In copertina, Renato Tavano con Elena Montina e Massimo Quintavalle alla consegna della targa del Comitato osterie.

Hits: 349

, , , , , , , , , , , , , ,
Similar Posts
Latest Posts from Vigneto.FriuliVG.com